Spazio serie TV: Una mamma per amica

Ci sono alcune serie TV che rappresentano un punto fermo dell’adolescenza di tante ragazze della mia età e non solo, una di queste è senz’altro Una mamma per amica. Ho passato anni guardando questa serie, sono cresciuta insieme alla sua protagonista, nella quale mi sono sempre rivista un po’, ho riso e pianto insieme a loro. La serie racconta la vita di Lorelai Gilmore e sua figlia Rory, il loro legame indissolubile, le relazioni con gli amici e con gli uomini, ma anche il rapporto complicato con i genitori di Lorelai, Emily e Richard. Il tutto ambientato nella piccola cittadina immaginaria di Stars Hollow, insieme agli abitanti della stessa, tra cui il ristoratore Luke, amico stretto, e non solo, di Lorelai.

GilmoreGirls-FTR

Una mamma per amica tratta tutti i temi cardine della vita di ognuno di noi: l’amore, l’amicizia, il rapporto con la famiglia, il diploma, l’università, il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, la perdita di una persona cara; ma nonostante gli argomenti importanti è sempre in grado di strapparti un sorriso (ogni tanto anche qualche lacrima, lo ammetto). La serie ha ottenuto un successo notevole sia in Italia che negli USA, ed è apprezzata tutt’ora, tanto che spesso ancora oggi sono trasmesse le repliche in TV. La colonna portante di tutte le sette stagioni è il rapporto madre-figlia, che distrugge lo stereotipo comune secondo il quale durante l’adolescenza i rapporti con i genitori sono sempre difficili. Rory vede in Lorelai la persona della quale si fida di più al mondo, l’unica a cui raccontare tutta la sua vita e con cui condividere ogni momento. E nonostante, come tutti i rapporti, anche il loro ha mostrato qualche alto e basso, alla fine attraversano ogni situazione insieme, contando sempre l’una sull’altra.

Rory non è la classica adolescente complicata, è una ragazza di soli 16 anni ma molto più matura di quanto non dica la sua età anagrafica. Ha un forte senso della famiglia e del dovere, ha sempre ottenuto voti alti, e sogna di diventare giornalista. Nel corso della sua vita assistiamo anche al suo primo approccio con l’amore, sotto l’occhio vigile della madre, presente ma non invadente, sempre pronta a tenderle la mano in caso di bisogno.

Ma neppure Lorelai è la classica madre di una ragazza di 16 anni, è una di quelle che si possono considerare ‘madri moderne’; non impone troppi obblighi a sua figlia e ha cieca fiducia in lei, anche perché Rory non le ha mai dato motivo di non averne. E’ sempre stata vicina alla figlia, cercando di evitarle di commettere gli stessi errori commessi da lei, come rimanere incinta giovanissima.

161121-fallon-gilmore-girls-review-tease_wf2eyr

Nel 2016 è stata aggiunta un’ottava stagione, che prende il nome di Una mamma per amica – di nuovo insieme, diviso in quattro puntate che seguono le stagioni dell’anno. Questa stagione aggiuntiva è ambientata quasi dieci anni dopo la settima, e ci mostra come le loro vite, specialmente quella di Rory, siano cambiate, ma nonostante questo il loro rapporto è ancora forte. Quello che vi stupirà di questa ultima (almeno per ora) stagione è proprio la piccola Gilmore, eravamo tutti abituati a vederla sotto altre vesti, e la stagione aggiuntiva mescola un po’ le carte in tavola. Vedremo una trentenne con tanti sogni nel cassetto, ma anche con tante insicurezze e paure, e ben presto dovrà abbandonare i suoi sogni perché qualcosa cambierà.

18-gilmore-girls.w1200.h630

Secondo la critica, la traduzione in italiano ha fatto perdere un po’ l’ironia dei dialoghi originali, quindi se potete, guardatela in lingua inglese. La prima stagione in Italia è stata trasmessa d’estate, ragione per cui molti hanno pensato che fosse il classico programma da dare in un periodo in cui non c’era molta varietà. Ma si sono dovuti presto ricredere, perché col passare degli anni è stato sempre più un successo.

Io ho adorato Una mamma per amica dalla prima puntata all’ultima. E’ una di quelle serie che una volta finita ti fa provare quella sensazione di vuoto, come se non sapessi più viverne senza, non so se vi è mai capitato. Ho già fatto un ‘re-watch’ un paio di anni fa, e non escludo di farne un altro in un futuro vicino. Se l’avete vista saprete di cosa sto parlando, e se non l’avete ancora fatto, beh, cosa state aspettando?

-Valentina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close